3 buone ragioni per utilizzare il Topper per il Materasso

Il Topper per il materasso è un alleato fondamentale per accrescere, massimizzare e personalizzare il comfort di riposo offerto dal letto. Ecco 3 buone ragioni per utilizzarlo:

  1. Aggiunge piacevolezza e accoglienza al materasso a seconda delle nostre preferenze e necessità;
  2. Consente di variare, anche per brevi periodi di tempo, l’accoglienza del materasso, per esempio dopo un intervento, o in un periodo in cui non godiamo di ottima salute e desideriamo dormire su un supporto più soffice o più rigido;
  3. Protegge il materasso e ne preserva il più a lungo possibile le caratteristiche.

A cosa serve il topper?

Il topper è un sottile materassino imbottito, con altezza variabile tra i 3 e i 9 cm, da posizionare fra il materasso e il coprimaterasso per correggerne alcuni difetti strutturali e accentuarne il comfort, come una sorta di strato aggiuntivo. Rivestito di tessuti traspiranti e pregiati, comodo, leggero e facilmente trasportabile, il topper è stato introdotto abbastanza recentemente nelle nostre camere da letto e nel nostro décor, e oggi apprezziamo gli innumerevoli benefici che è in grado di apportare al benessere nostro e del nostro materasso. Il topper, infatti, consente di aumentare l’accoglienza e la morbidezza del materasso e regolare la temperatura di riposo, sia per brevi sia per lunghi periodi di tempo, dato che può essere agevolmente posizionato sul materasso o rimosso a seconda delle necessità e preferenze.

Inoltre, il topper può fungere da correttore quando il materasso è considerato troppo rigido o troppo morbido: se, per esempio, con il passare del tempo il materasso a molle non ammortizza più come dovrebbe il peso di chi vi si distende, il topper contribuisce a ridurre i punti di pressione; se, al contrario, il materasso è divenuto troppo morbido e il corpo tende a sprofondare, il topper è in grado di riportarlo al giusto livello di rigidezza e di aumentarne la capacità sostenitiva.

Inoltre, il topper può anche essere posizionato su due materassi affiancati, per evitare la sensazione di separazione tra i due e dare l’impressione di dormire su un unico materasso matrimoniale, oppure, viceversa, su un materasso matrimoniale si può utilizzare un topper singolo, nel caso in cui i due partner della coppia abbiano esigenze diverse in merito alle caratteristiche del materasso.

Perché mettere il topper sul materasso?

Investire in un topper di buona qualità potrebbe cambiare il nostro modo di dormire. Prima di tutto, i topper possono allungare la vita del materasso, riducendo il contatto diretto del corpo con esso, che spesso causa avvallamenti e rientranze indesiderati; il topper fornisce anche una barriera protettiva contro i batteri e la sudorazione rilasciata dal corpo durante la notte, aggiunge comodità ad un materasso vecchio e usurato, consente di migliorare la posizione del corpo nel sonno e recuperare le energie in modo più efficace nel corso della giornata.

Quali sono i migliori Topper?

Tra i migliori Topper sul mercato rientrano i seguenti modelli di Valsecchi:

  • il Topper Fibra, composto da cotone biologico, dona una sensazione di morbidezza, comfort, freschezza e avvolgimento, con tessuto antiscivolo che previene l’accumulo di polvere;
  • il Topper Memory, con struttura in fibre composte da cotone biologico, che si modella a contatto con il corpo, senza creare zone di compressione;
  • il Topper Memory Superior, con struttura in memory che si modella a contatto con il corpo, seguendone perfettamente la forma e senza creare zone di compressione;
  • il Topper Piuma, composto da 80% piumino, 20% piumette, rivestimento 100% Cotone Cambric a tenuta di piuma, e dotato di pratici elastici negli angoli per il fissaggio al materasso;
  • il Topper Merinos Lusso, composto da 100% lana vergine merinos australiana, aderisce perfettamente al materasso con un comodo fissaggio ad elastico sui 4 angoli.
Condividi!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest