Home Sonno e riposo Oli essenziali per combattere l’insonnia

Oli essenziali per combattere l’insonnia

Da Dr. Valsecchi

L’insonnia è uno dei disturbi del sonno più comuni e comporta non poche conseguenze negative sul nostro organismo e sul nostro umore, rendendo a tutti gli effetti difficile sostenere la routine di tutti i giorni. Fortunatamente esistono tante soluzioni per contrastare questo problema: una di queste è l’aromaterapia. Grazie all’utilizzo degli oli essenziali, questa particolare terapia è in grado di restituire importanti benefici: scopriamo quali!

Migliora la qualità del tuo riposo

Che cosa sono gli oli essenziali?

Gli oli essenziali sono dei composti totalmente naturali di origine vegetale e sono caratterizzati dalla presenza di “sostanze volatili” che conferiscono a questi oli diverse profumazioni.
Queste sostanze vengono prodotte da numerose piante che le possono rilasciare verso l’esterno oppure trattenerle al loro interno in specifiche strutture specializzate.

Generalmente, all’esterno delle piante gli oli essenziali si possono trovare nelle foglie, nei frutti o nelle bucce, nei fiori e persino nelle radici. Dalle bucce dell’arancio amaro, ad esempio,  si può ottenere l’olio essenziale di arancio amaro mentre dai fiori si ottiene un olio particolare chiamato “neroli”.

Gli usi degli oli essenziali come terapia

Gli oli essenziali, per poter essere utilizzati, devono essere estratti dalla pianta secondo specifici processi di estrazione. Nell’ambito dell’aromaterapia gli oli essenziali vengono utilizzati per la cura di diversi disturbi, ferite o infezioni attraverso diversi metodi di applicazione:

  • diffusione negli ambienti
  • inalazione diretta
  • additivo nei bagni
  • olio da massaggio

Per quanto siano sostanze totalmente naturali è utile ricordare che se non utilizzati in maniera appropriata possono essere persino rischiosi per la salute. Gli oli essenziali non devono essere quasi mai utilizzati puri ma bensì diluiti in abbondante acqua e dietro indicazione o consiglio di medici e professionisti.

Grazie ai diffusori per ambiente, questi oli sono ormai molto utilizzati anche in ambito domestico e sono capaci di conferire benessere, relax e calma una volta vaporizzati nell’ambiente. Possono essere poi applicati in maniera diretta sulla cute, principalmente sulle tempie per poter respirare più a fondo la fragranza, oppure possono essere diluiti in un detergente o sapone adatto che utilizziamo per fare il bagno nella vasca. Insomma, gli usi degli oli essenziali possono essere infiniti e con un minimo di attenzione, possono restituirci importanti benefici

Gli oli essenziali per combattere l’insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno di cui tanti di noi soffrono e che può manifestarsi in maniera differenza di persona in persona. Una cattiva alimentazione, ansia, stress e ritmi di vita non sempre regolari possono favorire lo sviluppo di questa malattia che può, molto spesso, diventare piuttosto insistente e permanente.
Un sonno regolare è fondamentale per contrastare il persistere dell’insonnia, cercando quindi di andare a dormire e svegliarsi sempre agli stessi orari.

Per riuscire a prendere sonno regolarmente gli oli essenziali possono essere di grande aiuto. Le diverse essenze floreali sono infatti in grado di rilassare sia il corpo che la mente. Gli oli possono essere utilizzati da soli oppure in un mix di oli, possono essere utilizzati in un brucia essenze, in un diffusore oppure diluiti nell’acqua della vasca da bagno.
Gli oli essenziali sarebbero addirittura efficaci nel favorire sogni rilassanti e felici eliminando quindi le angosce e le ansie generate dai brutti sogni o dagli incubi.

Se le cause dell’insonnia sono da attribuire a fattori ansiosi, l’olio essenziale a base di lavanda nera agisce direttamente sul sistema nervoso placando l’agitazione e lo stress mentale. Si tratta di un sorta di ansiolitico naturale a tutti gli effetti, quindi altamente consigliato per i sotte particolarmente ansiosi.

Per coloro che invece hanno qualche difficoltà al risveglio può essere di grande aiuto l’olio essenziale di camomilla romana che, grazie alle sue capacità calmanti, renderà il risveglio più sereno.

L’olio essenziale di mandarino è invece efficace per combattere l’irrequietudine generata da un particolare periodo di stress. Anche l’olio essenziale di maggiorana è in grado di agire in tale direzione ma bisogna utilizzarlo con maggiore cautela e raramente essendo piuttosto forte.

Gli esempi di oli essenziali efficaci sono veramente infiniti, quando si decide di utilizzarli bisogna imparare a consocerli e capire quali possono essere più adatti alla tipologia di disturbo di cui soffriamo. È importante prestare però attenzione alle dosi e alla ricorrenza con cui se ne fa uso, sono sì prodotti completamente naturali ma allo stesso tempo, possono ugualmente provocare effetti indesiderati se usati con poca cautela.

Lascia un commento

Scroll Up

Per offrirti un miglior servizio, questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito ne autorizzi l’uso. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi